APERTO | 9:00 - 23:00 | Domande pre-acquisto?
Blog

Aggiornamento plugin, info utili

Per capire quando è corretto fare l’aggiornamento plugin, bisogna prima capire come si struttura WordPress.

WordPress, in modo più generale, si suddivide in core, tema e plugin. Quando si parla di “core” (in italiano la traduzione sarebbe “nucleo”), intendiamo la versione di WordPress con i suoi eventuali aggiornamenti. In ordine di importanza strutturale successivamente viene il tema, con i suoi aggiornamenti e versioni ed infine abbiamo i plugin. Per chi si stesse chiedendo cosa siano tecnicamente in realtà i plugin, potremmo definirli codice che crea “funzionalità aggiuntive” al core di WordPress.

aggiornamento plugin

Aggiornamento plugin per primi

In linea di massima i plugin sono i primi da aggiornare, ma vediamo qual’è il motivo.
Un plugin più aggiornato può solo che migliorare ed è compatibile con versioni nuove e vecchie del core (o WordPress). Aggiornare prima WordPress, invece, può creare incompatibilità se alcuni plugin non hanno ancora rilasciato l’aggiornamento che li rende compatibili con la nuova versione.

Nel caso in cui l’aggiornamento del plugin richieda una versione WordPress più recente, inoltre, vi avvisa e non vi fa proseguire. In questo caso, grazie alla notifica in Bacheca > Aggiornamenti e via e-mail, venite comunque avvisati dell’aggiornamento core disponibile e basterà effettuarlo per poter poi aggiornare anche il plugin.

In questo modo, aggiornando prima i plugin si evitano problemi di incompatibilità core-plugin.

Quindi quando dovrei aggiornare WordPress?

Inizia a formarsi nella nostra mente un cane che si morde la coda in questo momento o l’uovo e la gallina.. Ma in realtà partendo da quanto affermato sopra, capire la logica degli aggiornamenti è più semplice di quanto non sembri.

Stabilito che i plugin è meglio sempre aggiornali e aggiornarli per primi, vediamo quando dovremmo aggiornare il core invece.
Quando esce una nuova versione di WordPress, è importante installarla perché comporta spesso miglioramenti in termini di velocità, sicurezza e stabilità. L’unica regola a cui fare attenzione però, è che conviene sempre aspettare prima di aggiornarlo. Questo perché solitamente servono almeno 1-2 settimane prima che tutti i plugin, quelli non dismessi ovviamente, si adeguino e rendano compatibile il proprio plugin alla nuova versione del core. 

Come abbiamo compreso, se aggiorniamo erroneamente prima il core dei plugin, rischiamo che alcuni di essi non siano “pronti” per la nuova versione e si creino bug o incompatibilità.


Aggiornamento tema

Per quanto riguarda il nostro tema (Aspetto > Temi), invece, dipende. In linea di massima valgono le stesse regole che valgono per i plugin.

Essendoci solitamente più lavoro di programmazione dietro ad un tema rispetto che ad un plugin, i temi se programmati decentemente prevedono una compatibilità con eventuali cambiamenti futuri di WordPress. Ovviamente a meno ché non si tratti di un cambiamento enorme come è stata la versione 5.0 per esempio, dove hanno introdotto Gutenberg, ma capita una volta ogni 1-2 anni. Nella maggior parte dei casi si può quindi aggiornare il tema tranquillamente.

Per esperienza personale, inoltre, gli aggiornamenti dei temi sono meno frequenti rispetto ai plugin, e solitamente fanno uscire un aggiornamento in concomitanza con l’uscita di una nuova versione WordPress (core). 
Nel caso quindi in cui fosse disponibile una nuova versione di WordPress, conviene di nuovo attenersi alla regola di aspettare un po’, come per i plugin, e vedere se dovesse uscire nel frattempo una nuova versione del nostro tema. In caso contrario vorrà direi che gli sviluppatori del tema non hanno ritenuto necessario un aggiornamento, in quanto i cambiamenti al core non comportano incompatibilità tra i due.


aggiornamento woocommerce

Aggiornamento Woocommerce

Per chi stesse usando Woocommerce, anch’esso è soggetto ad aggiornamenti, e ultimamente anche piuttosto di frequente.
Gli dedichiamo un paragrafo in quanto rientra in quella categoria che non è né core né plugin, è più complesso dell 99% dei plugin ma non così complesso come il core di WordPress.

Inoltre diversi plugin, quelli per esempio che aggiungono funzionalità a Woocommerce, dipendono dal suo codice e non da quello del core. Nel caso in cui sia disponibile un aggiornamento, infatti, Woocommerce ci avvisa con un riquadro giallo, sotto dove c’è il link per aggiornarlo, nel quale ci indica quali plugin sono in stretta relazione con esso e per cui non è ancora disponibile un aggiornamento.
Anche in questo caso, conviene aspettare che tutti i plugin in elenco siano aggiornati prima di effettuare l’aggiornamento Woocommerce, comportandoci quindi similmente a come facciamo con il core.

 

In conclusione

Ricapitolando, ora che perlomeno la struttura degli aggiornamenti ci è più chiara, abbiamo visto che quello a cui fare maggiormente attenzione è il core. Conviene sempre creare un backup prima di aggiornare WordPress, in modo che se qualcosa va storto possiamo tornare alla versione del sito precedente alle modifiche. Possiamo inoltre, aspettare qualche giorno in più prima di aggiornare, per vedere se nel frattempo esce l’aggiornamento di tema e plugin vari.

Per essere tranquillo che sia tutto aggiornato nella maniera corretta puoi affidarti al nostro servizio di checkup sito, che oltre all’aggiornamento di core, tema e plugin comprende un backup iniziale di sicurezza, un check con report finale scritto riguardante velocità di caricamento del sito, eventuali problemi di sicurezza notati ed eventuali plugin inutilizzati.


Lascia un commento

    wpChatIcon